Home / Primo Piano / Sortino. Scuola Columba: intitolate aule vittime mafia
Sanità: 16 stent scaduti su 11 paziente in ospedale Cannizzaro, Nas notificano sette avvisi di conclusione indagini

Sortino. Scuola Columba: intitolate aule vittime mafia

L’educazione alla legalità come filo conduttore di un intero curricolo d’istituto è la cifra che distingue da anni il 1° Istituto comprensivo “G.M.COLUMBA” di Sortino, con attività che coinvolgono gli studenti in varie fasi dell’anno e sin dalla scuola dell’infanzia, condotte sempre in collaborazione con il Comune di Sortino ed il prezioso supporto della locale associazione antiracket “ACIPAS”.

Per gli studenti delle classi terze di scuola secondaria di primo grado, il focus proposto è, per consuetudine, la legalità intesa come lotta alla mafia. In questo contesto si inserisce la manifestazione prevista per il prossimo 28 febbraio: una “Giornata della Legalità” ancora più particolare del solito, in cui alla testimonianza di chi della legalità e della testimonianza ha fatto missione di vita, si aggiungerà un ulteriore impegno della comunità scolastica, attraverso l’intitolazione di 12 aule di scuola secondaria di primo grado e dell’aula magna della sede centrale a vittime della mafia. Gli studenti delle classi terze, infatti, hanno approfondito le storie di magistrati, giornalisti, componenti della società civile e forze dell’ordine uccisi per mano mafiosa e fra questi hanno scelto a chi intitolare le aule, con l’impegno di andare ben oltre il cerimoniale previsto per la Giornata del 28 febbraio, in quanto negli anni alle vite delle vittime saranno dedicati momenti di riflessione e studio da parte degli studenti che si avvicenderanno nelle aule a loro dedicate. Di qui l’idea del titolo attribuito alla manifestazione, “Abbiamo scelto”, proprio a sottolineare il percorso di consapevolezza ed impegno civico che ha condotto questi ragazzi prima a visitare, nel mese di dicembre, Palermo con l’omaggio del silenzio e della preghiera al Pantheon davanti alla tomba di Giovanni Falcone ed in via D’Amelio, e poi a soffermarsi su tante altre personalità ed infine a scegliere a quali di queste assegnare un posto particolare nella memoria dell’istituto. Ogni targa apposta a fianco delle porte delle aule recherà una breve didascalia ed una citazione, anch’esse elaborate dagli studenti.

In particolare, l’aula magna sarà intitolata a Piersanti Mattarella, pertanto un messaggio è stato inviato al Presidente della Repubblica perché sappia della scelta operata dai ragazzi. Le aule di scuola secondaria saranno invece intitolate a Giuseppe Fava, Peppino Impastato, Mario Francese, Cesare Terranova, Rosario Livatino, Emanuela Loi, Roberto Antiochia, Vito Ievolella, Don Pino Puglisi, Rita Atria e Libero Grassi.

Infine un’aula sarà dedicata a Rocco Chinnici e la Giornata si aprirà proprio con un particolare omaggio al magistrato che ebbe per primo l’intuizione di creare un pool di giudici antimafia. Il Comune, infatti, offrirà agli studenti ed agli ospiti intervenuti lo spettacolo teatrale “Mio padre, un magistrato” (di e con Clara Costanzo) ispirato al libro di Caterina Chinnici “E’ così lieve il tuo bacio sulla fronte”. Seguirà la cerimonia di intitolazione delle aule con le autorità e i familiari delle vittime invitati. Hanno sinora dato conferma della loro presenza il Prefetto di Siracusa dott.ssa Scaduto, il Procuratore della Repubblica dott.ssa Gambino, l’Arcivescovo mons. Pappalardo, il Comandante Provinciale dei Carabinieri Col. Tamborrino, il Presidente Nazionale SOS Impresa Rete Legalità dott. Scandurra, l’on. Claudio Fava, quet’ultimo nella duplice veste di figlio di una delle vittime e attuale Presidente della Commissione Antimafia presso l’Assemblea Regionale.

Sono stati invitati i familiari di tutte le vittime e sarà data lettura dei messaggi pervenuti da coloro che saranno impossibilitati a presenziare alla cerimonia.

Questa la dichiarazione del Dirigente Scolastico dott.ssa Gloriana Russitto “In vista della cerimonia prevista per il 28 febbraio non posso non dirmi emozionata ed orgogliosa dell’iniziativa. Ringrazio il Sindaco per il supporto concreto e l’entusiasmo con cui ha voluto fare in modo che l’Amministrazione sia presente e partecipe a questa manifestazione e così l’ACIPAS per il vigore con cui il presidente sig. Pitruzzello e l’instancabile prof. Mauro Magnano affiancano i docenti nelle attività di educazione alla legalità. Insieme ad amministrazione comunale e Acipas continuiamo a scegliere ed ad adoperarci perché essa sia stile educativo e di crescita concreto. È fondamentale per i nostri ragazzi e da loro provengono sempre le lezioni più vere anche per noi adulti. Un grazie sincero ai docenti per l’indispensabile lavoro educativo che quotidianamente svolgono e senza il quale giornate come questa sarebbero vane manifestazioni, vocate all’estemporaneità e alla solennità del momento, ma prive di senso e continuità. Scegliere la legalità è del resto impegno che chiama in causa tutti, innanzitutto noi adulti, obbligati così alla coerenza, all’equità ed alla trasparenza, esercizio difficile quanto indispensabile per chi ha in carico l’educazione dei cittadini”.

Informazioni su Redazione

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*