Warning: Declaration of tie_mega_menu_walker::start_el(&$output, $item, $depth, $args, $id = 0) should be compatible with Walker_Nav_Menu::start_el(&$output, $data_object, $depth = 0, $args = NULL, $current_object_id = 0) in /web/htdocs/www.srlive.it/home/wp-content/themes/jarida/functions/theme-functions.php on line 1904
Priolo, Natura sicula denuncia: “Odori nauseabondi al petrolchimico”SiracusaLive | SRlive.it
Home / Se te lo fossi perso / Ambiente / Priolo, Natura sicula denuncia: “Odori nauseabondi al petrolchimico”

Priolo, Natura sicula denuncia: “Odori nauseabondi al petrolchimico”

Anche la scorsa notte il polo industriale siracusano ha lasciato “senza fiato” gli abitanti di Priolo, Augusta, Melilli e Siracusa. Un odore di gas ha accompagnato le lunghe ore di sonno. La segnalazione è stata fatta dal socio Andrea Conigliaro alla Protezione Civile di Siracusa, al Sindaco, all’ARPA; si parla di odore di gas avvertito a nord di Siracusa, in zona viale Scala Greca, alle ore 3:00 di giovedì 30 luglio 2015. L’irrespirabilità dell’aria ha causato difficoltà respiratorie in alcuni soggetti.

Per l’ARPA di Siracusa “la soluzione al problema delle emissioni odorigene (cattivi odori) non è semplice e richiederà diverse modalità di risoluzione. Ad oggi tali eventi non sono normati dalle leggi attuali e l’intervento di ARPA è mirato al riconoscimento, ove tecnicamente possibile, delle sostanze, alla verifica dei dati delle centraline per i parametri monitorati e alla definizione delle possibili cause di tali eventi”.

In attesa che al Ministero dell’Ambiente venga riesaminato il rilascio delle autorizzazioni agli impianti di raffinazione per l’inserimento di ulteriori prescrizioni, l’ARPA sta lavorando con gli Enti competenti per la predisposizione di un decreto volto ad affrontare il problema, attività che richiederà tempi non brevi perché la tematica degli odori molesti non è semplice da affrontare per la molteplicità delle sostanze coinvolte e per la difficoltà a fissare dei limiti  utili a dare una risposta concreta al problema.

Effettuare la segnalazione è diritto e dovere di ogni cittadino. Più segnalazioni arrivano e più viene preso in considerazione l’evento. La segnalazione bisogna inviarla per email alla Protezione Civile e alla Polizia Municipale del Comune di pertinenza, e va corredata anche di l’indirizzo (via o quartiere), ora di inizio dell’evento, tipologia di odore (acido, benzina, gasolio, gas) se si è in grado di fare la differenziazione e se si accusano anche fastidi (bruciore agli occhi, alla gola, nausea).

Informazioni su Redazione

Un commento

  1. La verità è che i nostri politici non fanno nulla, e lo sappiamo tutti perchè. La magistratura aprì un fascicolo tempo fa se non erro, ma si è saputo più nulla?? Credo proprio di no. Come si fa ancora a non controllare e mettere fuori legge emissioni di certe sostanze vicino ad un polo petrolchimico? Si vede da questo la volontà di non voler prendere provvedimenti perchè sicuramente loro ci guadagnano qualcosa, mentre a noi ci avvelenano giorno dopo giorno. Spero solo che un giorno salti tutto in aria una volta per tutte.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*