Home / L’Opinione

L’Opinione

Siracusa: continua il contrasto alla criminalità da parte dei carabinieri

Si parla ormai di criminalità organizzata in gruppi in aggiunta ai vecchi clan. Gli attentati con incendi e bombe carta che hanno colpito la provincia di Siracusa, ma soprattutto il capoluogo, appaiono come uno sviluppo delle nuove modalità operative della criminalità organizzata che richiedono un’immediata risposta coordinata, mirata e adeguata. Infatti, la risposta dello Stato è stata puntuale con una ...

Continua »

Il Cavaliere Paolo D’Orio interviene sul dramma di Vermicino dopo la morte di Angelo Licheri

Il Cavaliere della Repubblica Paolo D’Orio, avvocato e scrittore, ricorda l’incidente di Vermicino, in occasione della morte di Angelo Licheri; l’uomo che si calò nel pozzo di Vermicino per tentare di salvare Alfredino Rampi, nella foto sopra. Aveva 77 anni, era un volontario e si recò a Vermicino dopo avere appreso della tragedia. Si fece calare a testa in giù ...

Continua »

Siracusa in zona rossa tra estorsioni, armi e droga supera Palermo

L’intervento – a cura di Concetto Alota – Un serie di sequestri di armi e droga si registrano copiosi fin dal lontano 2014. L’ultimo in ordine di tempo si è registrato nelle scorse ore ad opera della Squadra Mobile di Siracusa che ha tratto in arresto un giovane siracusano di 30 anni, colto nella flagranza dei reati di detenzione di ...

Continua »

Processo omicidio Zappulla: la difesa dei due imputati Mazzarella e Fiorino ha prodotto un video

L’opinione a cura di Concetto Alota Le responsabilità che in qualche modo sembrano ritenere che la lotta alla criminalità organizzata si basi ormai solo sulle testimonianze dei pentiti, rimangono attive. Davanti alle oggettive distorsioni del fenomeno dei collaboratori di giustizia e della loro gestione che possono causare degli errori che rischiano a sua volta di provocare una crisi alla stessa ...

Continua »

Siracusa. Petrolchimico: diminuisce la puzza grazie all’impegno di Procura, ambientalisti e industrie

L’intervento – di Concetto Alota – Si registra da qualche tempo l’assenza nell’aria della famigerata puzza nauseabonda, se non in minima parte, proveniente dalle raffinerie del petrolchimico siracusano che ha inquinato l’aria per decenni nel triangolo battezzato “della morte”. E questo, secondo alcuni tecnici del settore, per gli interventi di ammodernamento degli impianti delle raffinerie che hanno consentito di abbattere ...

Continua »
RSS
Follow by Email
YouTube