Home / Tag Archivio: tar catania

Tag Archivio: tar catania

Piano paesaggistico, il Tar di Catania rigetta il ricorso di Air Liquide

La prima sezione del Tar di Catania ha rigettato il ricorso proposto da Air Liquide Italia Service con cui chiedeva l’annullamento del decreto di adozione del piano paesaggistico della provincia di Siracusa. Gli impianti della società, che opera nel settore dei gas utilizzati nei processi industriali e svolge la propria attività in un’area di Priolo, a sud del torrente Canniolo, ...

Continua »

Melilli, l’Isab non dovrà pagare la maxi tariffa per la raccolta dei rifiuti

L’Isab non dovrà corrispondere al comune di Melilli la somma di circa un milione di euro per la tariffa della tassa sui rifiuti. L’ha stabilito la terza sezione del Tar di Catania che ha accolto il ricorso proposto dalla raffineria anche contro l’Ato srr e l’Igm Rifiuti Industriali, disponendo l’annullamento della delibera del consiglio comunale melillese del 29 giugno 2021 ...

Continua »

Augusta, il Tar accoglie il ricorso della Esso Italiana

La prima sezione del Tar di Catania ha accolto il ricorso dalla Esso Italiana srl disponendo l’annullamento delle prescrizioni imposte dal Ministero dell’Ambiente per il rilascio dell’autorizzazione integrata ambientale. Il ricorso, che era anche nei confronti del Libero consorzio comunale e dei comuni di Augusta e di Melilli, era stato presentato alla luce del fatto che, nel corso del riesame ...

Continua »

Priolo, il Tar dà ragione a stabilimento balneare: il manufatto non deve essere demolito

La terza sezione staccata del Tar di Catania ha accolto il ricorso proposto da una società che ha ottenuto l’annullamento dell’ordinanza del comune di Priolo di demolizione di uno stabilimento balneare a Marina di Priolo. La vicenda risale al 6 agosto dello scorso anno quando l’ottavo settore del Servizio Urbanistica, del Comune di Priolo Gargallo ha ordinato la demolizione di ...

Continua »

Bar al castello Maniace, Giuliano: “La sentenza del Tar non tutela i beni culturali”

“I principi posti dalla decisione del Tar, che ha respinto i motivi di violazione di legge sia della concessione demaniale, dei pareri della Soprintendenza e del permesso di costruire del bar monstre a piazza d’arme, non garantiscono la tutela dei beni e, al contrario, affermano che si può valorizzare anche un bene culturale senza autorizzazione preliminare dell’assessorato”.  L’intervento è dell’avvocato Corrado ...

Continua »